venerdì 27 gennaio 2012

Minestra di pane



Questo piatto l'ho assaggiato in una tavola calda ad Alatri, paesino del frusinate, un giorno in cui mi trovavo lì per lavoro. Non avevo mai provato un piatto del genere e mi sono fatta spiegare dalla signora che lavorava lì come lo avesse cucinato.
Ad Alatri è chiamata minestra di pane, fatta con il loro buonissimo pane.
Nei giorni successivi ho provato ad imitare la ricetta, e devo dire che è molto buona, anche se si utilizza un pane diverso, ma permette di riciclare il pane duro di qualche giorno. Per questa ricetta ho usato il pane Lariano, tipico della zona dei castelli romani.

Ingredienti:
fette di pane
cavolo nero
verza
scarola
fagioli (meglio i cannellini)
peperoncino
sale
olio extravergine di oliva


Si preparano tutte le verdure e si mettono a scaldare con acqua in una pentolone.




Una volta scaldate le verdure, si aggiungono i fagioli già precedentemente cotti, il peperoncino, si sala e si lascia cuocere ancora per qualche minuto.



Nel frattempo si fodera il fondo di una teglia con le fette di pane.



Versare tutte le verdure nella teglia, in modo da coprire tutto il pane, insieme alla loro acqua di cottura, in modo che ammorbidisca il pane. L'acqua deve essere abbondante, altrimenti la minestra risulterà troppo asciutta. 



Si aggiunge un filo di olio e si inforna a 180 gradi per 20 minuti.





4 commenti:

  1. idea fantastica tutta da mangiare

    RispondiElimina
  2. Ma che spettacolo questa minestra! Non la conoscevo! Oltre che buona è anche sana, genuina e nutriente! Poi si usano degli avanzi di pane, quindi una sorta di piatto del riciclo, il che me la fa adorare ancora di più! Bacione!

    RispondiElimina
  3. Che bella ricetta, gustosa e nutriente!La farò al più presto!Ciao

    RispondiElimina
  4. Rustica e tanto gustosa, grazie della ricetta!!!!

    RispondiElimina